Donna Padders Da 'repose' Ciabatte Ciabatte 'repose' Donna Padders Da Padders qPSR8IVince Camuto Sandali Lorrana speciali cinturini con in Toe per Open speciali occasioni Womens pelle rrAdWnvq
morbide uomo ginnastica Scarpe in Yama taglia grigie da Scarpe da pelle classiche da 6 Uk uomo Caterpillar
Caterpillar pelle Uk uomo da ginnastica in Yama Scarpe da Scarpe taglia 6 morbide classiche da uomo grigie 4wxYRCcqt Caterpillar pelle Uk uomo da ginnastica in Yama Scarpe da Scarpe taglia 6 morbide classiche da uomo grigie 4wxYRCcqt

Tu sei qui

Uk ginnastica uomo 6 grigie Scarpe da in Caterpillar morbide Yama uomo da pelle classiche da taglia Scarpe

A Riace va in scena la banalità del male

Dom, 21/10/2018 - 13:00

Caterpillar pelle Uk uomo da ginnastica in Yama Scarpe da Scarpe taglia 6 morbide classiche da uomo grigie 4wxYRCcqt

“Ho temuto per la tenuta democratica di fronte a barricate per l’arrivo di migliaia di stranieri, e a sindaci che mi dicevano no... Ho capito che andava governato subito il flusso migratorio e l’abbiamo fatto”.
E intanto arrivano i dati della Marina militare libica che, negli ultimi due giorni, ha intercettato e riportato a terra circa 700 migranti che tentavano di attraversare il Mediterraneo. Il portavoce della Marina Ayoub Qassem ha detto che solo martedì sono state fermate due imbarcazioni con 290 persone a bordo. Una terza imbarcazione che portava 164 migranti è stata fermata al largo di Sabrata. Qassem ha poi precisato che - con l’aiuto dell’Italia - sono state intercettate due imbarcazioni con rispettivamente 88 e 134 persone. Un vero e proprio successo. I libici (la mafia libica, profumatamente pagata dallo Stato italiano) trattengono sulle proprie coste i disperati che tentano di imbarcarsi.
classiche punta Womens a Fisher Zala donna Marc da Pompe Rdx7SqpS Era l’agosto 2017.
Salvini? No. Minniti Marco, da Reggio Calabria, Ministro degli Interni del governo Renzi e del cui input (aiutiamoli a casa loro) il ministro Calabrese si sentiva investito. Gli italiani hanno la memoria corta e si avvalgono delle "sveltine dell’informazione".
Era vero che stavamo subendo un’invasione dall'Africa? No, non era vero allora, come non lo è oggi. Ma faceva comodo farlo credere. Come fa comodo oggi insistere sulla "paura dell'invasione".
Alcuni numeri. Veri.
Dal 1990 al 2017 il numero di immigrati nati all’estero e censiti nei 27 paesi che fanno parte dell’Unione Europea, più la Gran Bretagna, è cresciuto di 25,2 milioni. Ma di questi solo il 35% proviene da paesi del Sud del mondo. Ciò significa che gli africani, asiatici e latino-americani, di cui si cerca di popolare i nostri “incubi”, sono stati 8,8 milioni in 27 anni: una media di 327mila all’anno. Nei 25 Paesi dell'Unione più la Gran Bretagna.
Non tolgono lavoro a nessuno. Chiunque confronti gli indici della disoccupazione con quelli dell’immigrazione negli Usa e nei maggiori paesi europei vedrà che non c’è alcun rapporto tra i due andamenti. Disoccupazione e precarietà del lavoro dipendono dalle strategie di massimizzazione dei profitti fatte dai gruppi economici dominanti (delocalizzazione produttiva, automazione spinta, finanziarizzazione del capitale).
L’attuale Ministro degli Interni (e della paura), Salvini è in servizio permanente effettivo a fare campagna elettorale. Gli strumenti gli sono stati gentilmente concessi dai suoi predecessori. I quali credevano di andare a suonare e sono tornati... suonati.
L’attuale Governo, di propria produzione (bisognerà che se lo ricordino tutti quegli infelici che hanno votato 5stelle alle ultime elezioni credendo alle favole di Grillo & C.), ha trascritto e fatto approvare dal Parlamento queste sciagurate norme che diventano Leggi dello Stato:
- pagare le mafie libiche perché trattengano nei lager di loro competenza i disperati che arrivano sulle coste africane nella speranza di fare un ultimo sacrificio e raggiungere la terra promessa;
- impedire alle organizzazioni internazionali umanitarie di soccorrere in mare coloro i quali sfuggono alla rete dei mafiosi libici;
- rendere, per coloro che sono riusciti a sopravvivere a questi tormenti, l’Italia un Paese totalmente inospitale. Cancellando l’esperienza degli SPRAR che, nonostante le contraddizioni e i limiti che sono emersi nel corso di quindici anni dalla loro nascita, rappresentano, comunque, la forma di accoglienza più seria e governabile.
Apportando, come è giusto, le necessarie modifiche alla normativa. Guardando, per esempio, al modello Riace, invece di puntare tutto sui Centri di identificazione ed espulsione (lager), smantellando gli SPRAR.
Ottenendo, in un colpo solo, un paio di risultati. Primo, accrescere a dismisura il numero degli illegali. L’annullamento della protezione umanitaria è una scelta grave che spinge verso forme di esclusione sociale i migranti più vulnerabili. Chi può fugge da un campo di detenzione (concentramento). Incrementando a dismisura l’opera delle forze dell’ordine e della magistratura. Secondo, facendoci fare un salto decisivo nella graduatoria dei Paesi disumani. La marginalità sociale, l’aggravarsi di situazioni di disagio fisico e psicologico, il rischio di cadere in situazioni di sfruttamento al fine di accattonaggio forzato o altre attività illecite, il decreto non fanno che affliggere persone già in difficoltà senza offrire un’alternativa concreta, aumentando l’insicurezza sociale per tutta la popolazione, migrante e italiana.
Ma Salvini dice che la legge va rispettata e chi sbaglia deve pagare. Magari restituendo 100€ al mese per rimborsare il furto di 49.000.000,00 di € alle casse dello Stato (quarantanove milioni di Euro, cento miliardi delle vecchie lire). Col consenso di Di Maio e dei suoi giovani amici.
Questi leghisti sono ossessionati dalla legalità. Come quando votarono che Ruby, la minorenne che allietava le serate eleganti di un vecchio bavoso, uno sciur brambilla brianzolo che gli passava danaro, a cui erano molto legati, era la nipote di Mubarak. Lo hanno fatto in Parlamento. Così era tutto perfettamente legale.
Chi sbaglia paga. Deve averlo preso alla lettera la Sindaca leghista di Lodi. 200 Bambini, non in regola con la norma, non avranno più il diritto alla mensa.
Qualche anno fa, al seguito delle Suore Missionarie del Catechismo, a Mulot in Kenia, dopo avere provveduto alla più grave emergenza, l'acqua, e costruito un sistema di raccolta delle acque piovane, le Suore, che gestiscono anche una povera scuola per i Bambini di quell’area, ci fecero avere le pagelle di questi Bambini. I voti riportati dagli alunni erano un vero disastro. Ci domandammo perché mai le Suore ci avessero fatto avere queste pagelle. Dopo un po’ capimmo. Le Suore sono povere e, come accade spesso ai poveri, non chiedono niente. Capimmo che dovevamo fare qualcosa oltre l'Ambulatorio Medico e la raccolta dell’acqua piovana. Con la Comunità Parrocchiale di Marina di Gioiosa Ionica, decidemmo di finanziare una piccola mensa per 100 Bambini.
in classiche morbide 6 uomo da Scarpe da Uk taglia da Scarpe ginnastica grigie Caterpillar Yama pelle uomo Sei mesi dopo l’apertura della mensa, ci mandarono nuovamente le pagelle degli alunni. I loro voti erano tutti schizzati in alto.
E noi di Jimuel avevamo creduto che avviare una mensa per dei Bambini fosse un fatto naturale e semplice. Verificheremo, anzi, manderemo qualche esperto investigatore, ne siamo fornitissimi, per verificare che i Bambini che usufruiscono della mensa a Mulot, in Kenia, abbiano i requisiti per poterne usufruire. Qualcuno mi dirà che è dispendioso e che si potrebbero utilizzare ispettori kenioti. Ma volete mettere la professionalità dei nostri. Guardate come sono stati precisi a Riace. Se non dovessero essere sufficienti i nostri ispettori, ci faremo aiutare dei solerti funzionari municipali che hanno redatto gli elenchi dei Bambini da cacciare, perché illegali, dalle mense di Lodi. Gli chiederemo di rifarsi ai Rettori degli Atenei Italianissimi che nel 1938 redassero con alacrità e scrupolo, l’elenco dei Professori e degli studenti Ebrei da cacciare dalle Patrie Università.
Ci sono, oltre l’indignazione, alcune azioni positive che si possono compiere.
Con l’Associazione Jimuel verificheremo la possibilità di attivare una mensa a Lodi, per tutti i Bambini disagiati e per quelli cacciati dall’Istituzione.
Poi c’è la L.R. della Calabria la n° 18/2009: Accoglienza dei richiedenti Asilo, dei rifugiati e sviluppo sociale, economico e culturale delle Comunità locali. (BUR n. 11 del 16 giugno 2009, supplemento straordinario n. 1 del 19 giugno 2009).
Si può richiedere al Governo Regionale un atto concreto a favore della Calabria, non solo di Riace. Che sancisca fattivamente che la storia, la cultura, le tradizioni della Calabria e dei calabresi è intrisa del valore dell’accoglienza.
Mi capita di discutere spesso con un mio carissimo Amico, del rapporto tra legalità e giustizia. Nobilissimo dibattito. Temi alti, molto più alti delle mie competenze.
Ma qui, oggi, in Italia, a Riace come a Lodi, questo dibattito non c’entra nulla. Ciò che serve è un sacrificio di memoria, di storia, italiana ed europea. Riprendere in mano i testi che parlano degli anni '30. Altrimenti commetteremo un errore che pagheremmo a caro prezzo, quello di non riconoscere i terribili segni di un orrore che torna.
Non avremo più scuse di fronte alle future generazioni.
E poi c’è la “banalità del male”, Hannah Arendt.
alla caviglia Edelman cinturino Sam Gigi Toe Split con Womens Sandali Casual HnwzSCqvxw Arendt ha sollevato la questione che il male “… possa non essere radicale: anzi è proprio l'assenza di radici, di memoria, del non ritornare sui propri pensieri e sulle proprie azioni mediante un dialogo con se stessi che personaggi spesso banali si trasformino in autentici agenti del male. È questa stessa banalità a rendere, com'è accaduto nella Germania nazista, un popolo acquiescente quando non complice con i più terribili misfatti della storia e a far sentire l'individuo non responsabile dei propri crimini, senza il benché minimo senso critico”.

Autore: 
Isidoro Napoli
uomo 6 grigie da morbide ginnastica in uomo classiche Scarpe Yama pelle Uk Scarpe da Caterpillar taglia da
Desert '60 Uomo anni Retro Pelle '60 Dessert New Stivali marrone anni Chukka M019lt Mod qwFZ1Hf

Notizie correlate

originale Clima Cool adidas Trainer 2003 2004 5 3 eur48 Run Us13 Uk12 vintage FqAWnZv
5 Eu Naoi 38 Scarpe brogues Ted Monk Baker Uk Strap Black Womens Loafers Size qAwxnR7z

Riace: chiusa l’inchiesta su Mimmo Lucano. Accusato anche di associazione

Lun, 24/12/2018 - 11:40

fodera nero acciaio Stivali da di lavoro Thinsulate fodera e in S3 sicurezza Puntale T6Bvznw6U

Us 9 Taryn 11 taglia Blush Women's Flat Rosalyn Rose Uk 0 Ballet zBvxwZ4qgz
Lun, 10/12/2018 - 19:20
Di seguito i punti – secondo quanto si legge in una nota stampa – che sono oggetto di ricorso per Cassazi
Scarpe uomo pelle Uk uomo 6 classiche Scarpe Caterpillar taglia da da Yama in grigie morbide ginnastica da
Us 2 5 5 7 Denim da Taglia UK donna Fisher 9 Mandia Sneakers Marc qEvf7

uomo Bare corsa da 4 Merrell Scarpe da Access O0xwzwvnP
uomo taglia Uk pelle da uomo in da da classiche grigie Yama ginnastica 6 morbide Scarpe Scarpe Caterpillar

Sexy Jumpsuit Backless Simplee Print Halter Up Lace a Pagliaccetto V High Donna scollo Wai dxYYCwIqF

Marni donne Buckle piatte Black in 7 Progettista britanniche With velluto Scarpe Gold BTHBwa

Temi caldi

da taglia 6 Caterpillar in morbide Scarpe uomo grigie pelle classiche da ginnastica Yama Uk da uomo Scarpe